GIS CARABINIERI

GIS Carabinieri è l’acronimo di Gruppo di Intervento Speciale Carabinieri.

Guidato dal Comandante Alfa, oggi il GIS Carabinieri è uno dei corpi speciali che compongono la prima cerchia delle Forze Speciali Italiane (FS – Tier 1), insieme a Col Moschin, GOI Marina e 17° Stormo.

Ecco tutte le info su stipendio, requisiti, addestramento, motto, foto, video, operazioni, armi, arti marziali.

Gis Carabinieri, il Comandante Alfa guida la parata dei suoi

Gis Carabinieri, il Comandante Alfa guida la parata dei suoi

INDICE

Stipendio

Il Libro del Comandante Alfa

Come entrare: requisiti e selezioni

Addestramento e Allenamento

Arti Marziali

Motto e Logo

Donne

Esercitazione, Video e Foto in azione

Armi

Operazioni

Sito Ufficiale

Grazie

Qual è lo stipendio del GIS Carabinieri

Hai cercato “GIS Carabinieri stipendio” su Google? Bene: ecco le Tabelle Stipendiali dei Carabinieri, con tutte le cifre grado per grado (a cui vanno aggiunte le indennità di missione).

Ma sappi una cosa.

Questo non è un lavoro che si fa per lo stipendio, misero rispetto al rischio e alla mole di impegno che ci vuole.

Per cui, se il principale aspetto che ti interessa per entrare nel GIS Carabinieri è lo stipendio, meglio lasciar perdere…

Il libro del Comandante Alfa sul GIS Carabinieri

Più che di libro bisogna parlare di libri, al plurale.

Si tratta di una vera e propria trilogia che ogni appassionato del Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri dovrebbe avere nella sua libreria personale.

E tra questi speriamo ci sarà anche l’eBook sul GIS che stiamo preparando in esclusiva per i membri della Community di ForzeSpeciali.info

Iscriviti ora per riceverlo quando sarà pronto per la pubblicazione.

Nel frattempo riceverai in regalo un altro eBook: “Struttura e Segreti delle Forze Speciali Italiane”.

Ecco l’elenco dei libri scritti sul GIS dal Comandante Alfa, in ordine di uscita temporale:

1) Cuore di Rondine

Il primo libro sul GIS Carabinieri è “Cuore di Rondine” (Ed. Longanesi), divenuto oramai un best-seller.

Racconta dall’interno chi sono i GIS Carabinieri, come sono nati, qual è la loro storia.

“È una soleggiata mattina di primavera del 1977 quando il carabiniere paracadutista che tutti chiamano il Cigno, 26 anni, viene convocato nell’ufficio del suo colonnello. Qualcosa di molto importante sta per succedere, qualcosa che cambierà per sempre la sua vita. Il colonnello comunica a lui e ad altri quattro compagni che entreranno a far parte di un nuovo reparto di élite. In quel momento nasce il Gruppo di intervento speciale dell’Arma dei Carabinieri.”

2) Io Vivo nell’Ombra

Il secondo libro GIS Carabinieri Alfa lo ha intitolato “Io Vivo nell’Ombra” (Ed. Longanesi) e “svela anche le durissime fasi di addestramento, le armi, le attrezzature, le tipologie di intervento e le tattiche di una delle forze speciali più preparate del mondo.”

3) Missioni Segrete

Il terzo è “Missioni Segrete” (Ed. Longanesi) e “racconta le operazioni militari che gli italiani non conoscono”.

Il Comandante Alfa fondatore del GIS Carabinieri

Il Comandante Alfa fondatore del GIS Carabinieri

Come entrare nel GIS Carabinieri: requisiti e selezioni

Sono centinaia gli uomini e le donne che come te vogliono sapere come diventare GIS Carabinieri, quali sono i requisiti richiesti e quali prove selettive bisogna affrontare.

Affrontiamo il percorso passaggio per passaggio.

1) Chi può entrare nel GIS

Tra i requisiti per entrare, v’è una conditio sine qua non: tutti gli operatori del GIS provengono dal 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”.

2) Quali caratteristiche deve avere

Sono volontari, con età non superiore ai trent’anni e con ottimi precedenti disciplinari.

Non esiste un concorso pubblico.

3) Come fare domanda

Se fai parte del Tuscania, hai ottimi precedenti e aspiri a diventare un operatore del GIS presenti la domanda a chi di dovere (un Parà del Tuscania che vuole entrare nel GIS non ha bisogno di noi per sapere a chi presentarla…).

4) Quale selezione e prove selettive superare

Qualora la tua candidatura venga presa in considerazione, bisogna superare una durissima selezione che oltre a valutare le caratteristiche mediche e psicoattitudinali del candidato, intende accertarne anche la capacità operativa in situazioni ad elevato stress fisico e psicologico.

5) Ultimo step: il Corso

Solo dopo aver superato le prove selettive, si può seguire il “Corso per Operatore” del GIS.

Tra le discipline studiate rientrano:

– tecniche di disarmo personale

– tiro rapido Operatori del GIS discriminato con armi corte e lunghe

– impiego esplosivi

– alpinismo

– tecnica di discesa rapida da pareti ed elicotteri

Avrai capito che GIS e Tuscania sono Carabinieri speciali

Quale addestramento e allenamento seguono i Carabinieri del GIS

GIS Carabinieri migliori al mondo? A questa domanda che molti si fanno non c’è modo di dare una risposta oggettiva. Inutile e stucchevole fare paragoni con altri corpi speciali.

Certamente l’addestramento e l’allenamento del GIS Carabinieri – svolto ogni giorno ai massimi livelli – rende gli operatori del GISsilenziosi come la notte, veloci come la folgore.”

Superato il “Corso per Operatore”, il parà Tuscania divenuto operatore GIS partecipa ad ulteriori corsi di specializzazione quali:

– operatore subacqueo

– paracadutista con tecnica della caduta libera

– tiratore scelto

–  artificiere antisabotaggio

Tiratori scelti del GIS Carabinieri

Tiratori scelti del GIS Carabinieri

L’obiettivo perseguito da tale training intensivo è chiaro.

Si punta all’impiego di un elemento particolarmente selezionato, profondamente motivato e capace di distinguersi per tecnica, lucidità ed equilibrio.

Soprattutto quando si tratta di attività coordinate per operazioni speciali.

Quali arti marziali pratica un Operatore del GIS

Particolare attenzione va riservata alle arti marziali GIS Carabinieri:

– Judo

– Muay Thai

– Brazilian Jiu Jitsu

– Functional Training

– Boxe

Qual è il motto del GIS Carabinieri e il logo

Il motto del GIS è bellissimo: “In Singuli virtute aciei vis”, che tradotto significa “Nella virtù del singolo trae la forza il gruppo”.

Invece il logo del GIS contiene il paracadute, che indica l’appartenenza del GIS alle aviotruppe, e il gladio romano a doppia lama, che ne richiama quella alle forze speciali italiane.

motto gis carabinieri e logo

Ci sono donne nel Gruppo Intervento Speciale Carabinieri?

Al momento non si hanno notizie certe a riguardo.

Una curiosità: tra i Paracadutisti del Tuscania – da cui provengono tutti gli operatori GIS – c’è una donna che ha fatto parlare molto bene di sé, tenendo alto il nome dell’Italia persino all’Onu.

Stiamo parlando del maggiore dei Carabinieri Irene Micelotta, invitata nel Palazzo di Vetro a rappresentare l’Italia in occasione della settimana dedicata al ruolo delle donne delle forze armate italiane nelle operazioni internazionali.

Esercitazione GIS Carabinieri: video e foto in azione

esercitazione gis carabinieri in azione

Esercitazione del G.I.S.

Vuoi scoprire cosa accade durante una esercitazione GIS Carabinieri?

Non hai altra scelta che guardare video e immagini del GIS Carabinieri in azione.

Scorri in fondo alla pagina e troverai una simulazione di intervento.

Quali armi utilizzano gli operativi del GIS

Iscriviti alla newsletter per sapere quando uscirà l’eBook sul GIS. Avrai accesso a foto e documenti sulle tipologie di armi e armamento utilizzati dal GIS Carabinieri.

Le operazioni più famose del GIS dei Carabinieri

Prima di fare l’elenco delle operazioni storiche, ti invitiamo a leggere le dichiarazioni rilasciate dal Comandante Alfa a L’altro Corriere TV sulla scelta degli uomini che vanno in missione:

“Noi guardiamo se è un pensante perché i requisiti tecnici ce li hanno tutti, il problema è capire se il ragazzo possa inserirsi nel gruppo, che abbia voglia di sacrificarsi e sacrificare la loro gioventù. Perché siamo 24 ore su 24 pronti a partire in 30 minuti e raggiungere tutto il territorio nazionale. Non esistono discoteche, non esiste il cinema, non esiste niente. Abbiamo bisogno di tranquillità all’interno del gruppo, perché il gruppo si rafforzi.”

E ora l’elenco del GIS Carabinieri Operazioni storiche:

1) Intervento nel carcere di Trani

Il reparto, considerato di solito come ultima ratio, ebbe il battesimo operativo il 29 dicembre 1980.

Quel giorno il GIS fece irruzione nel supercarcere di Trani (BA).

In modo estremamente rapido e incruento riuscì a sgominare una rivolta di detenuti che avevano preso in ostaggio 18 Agenti di custodia.

29 Dicembre 1980, il GIS dei Carabinieri prima dell’intervento al Supercarcere di Trani

29 Dicembre 1980, il GIS dei Carabinieri prima dell’intervento al Supercarcere di Trani

2) Liberazione di Cesare Casella

Cesare Casella, rapito dalla ‘ndrangheta nel gennaio ’88, fu liberato due anni dopo da un intervento del GIS.

3) Addestramento delle forze di polizia irachene

Iraq uguale Nassiriya.

Aiutare le forze di polizia locali a combattere i terroristi è costato carissimo agli uomini del GIS.

Questo il ricordo straziante di Alfa:

“Uno dei fondatori del GIS è morto a Nassiriya ed è morto senza il gruppo. Ed è come se fosse morta una parte di noi stessi. Quando Enzo è morto, è morto da solo, questo resterà un ricordo indelebile di Enzo. Era uno dei nostri. È come se fosse morto qualcuno della propria famiglia.”

4) Operazione Lockerbie in Libia

Ben pochi infatti sanno che fu il Gis a essere inviato in Libia a catturare gli autori della strage di Lockerbie, la cittadina scozzese sulla quale esplose un volo Pan Am per una bomba, causando la morte di 270 persone.

5) Addestramento delle forze di polizia in Afghanistan

Al Gis fu affidato l’addestramento della polizia locale in Afghanistan, bersaglio continuo di attentati di Al Qaeda e dell’Isis.

6) Cattura latitanti in Ex Jugoslavia

Sempre al Gis si deve la cattura di pericolosissimi criminali di guerra nella ex Jugoslavia.

Il sito ufficiale GIS Carabinieri

Il sito ufficiale del GIS Carabinieri è questo.

Grazie per aver letto questo articolo

Non è così scontato che ai tempi del web, dove tutto corre veloce, ti sia preso del tempo per leggere fino in fondo questo articolo.

Vuol dire che anche tu sei un appassionato del GIS e di Forze Speciali.

Ricorda di iscriverti alla newsletter per ricevere in anteprima l’eBook sul GIS quando sarà pronto per la pubblicazione.

E soprattutto condividi con la tua cerchia di amici questa pagina.

Sarà un bel modo di apprezzare il nostro lavoro.